Alla scoperta della Puglia: 10 spiagge da visitare

E’ difficile decidere quali sono le spiagge più belle della Puglia da visitare assolutamente vista la bellezza della costa di questa Regione. A partire dalla parte settentrionale della Puglia, ci sono le rocce del Gargano, con alcuni paesaggi mozzafiato sul litorale: colline verdeggianti e boscose lasciano il posto a bianche scogliere, mare cristallino azzurro, sabbia dorata e scorci paradisiaci.

Le spiagge intorno a Rodi Gaganico, Peschici e Vieste sono particolarmente popolari, ma se si va fuori dai sentieri battuti – idealmente in una barca – ci si imbatte in alcune gemme nascoste preziose.
Scendendo verso l’Adriatico, a cavallo tra il litorale da Manfredonia e la bellissima, città storica, di Bari, troviamo apprezzate spiagge di sabbia e di ghiaia, oltre alle storiche e note saline della Riserva Naturale Margherita di Savoia. Impossibile non fermarsi a Trani con la sua favolosa cattedrale di fronte al mare. Spiagge incantevoli di pietra con sprazzi di sabbia, a Polignano a Mare e Monopoli.

Proseguendo nella zona meridionale, c’è Brindisi, uno dei porti più importanti della Puglia, e subito Marina di Ostuni e la sua costa merlata, oltre alla Riserva Naturale di Torre Guaceto con la spiaggia sabbiosa e una riserva marina protetta. C’è poi Lecce.
Lecce, splendida città barocca della Puglia, si trova a circa 7 km ma è collegato da una scala, verso l’Adriatico, che termina alla piccola città di San Cataldo. Qui è possibile scoprire belle spiagge sabbiose.

Da questo punto la costa diventa un po’ più drammatica ma con acque trasparenti fino alle spiagge di sabbia di Torre dell’Orso che non sono da non perdere. Una visita la meritano anche i laghi Alimini, due laghi in una pineta.

A due passi a sud, vi è la deliziosa cittadina di Otranto, un altro punto culminante di questo tratto di costa adriatica. A parte il suo interesse storico ed anche quello di tipo architettonico, Otranto vanta anche diverse spiagge sabbiose. Poco più in là, Capo d’Otranto, il più ad est d’Italia e da qui in poi, fino a dove l’Adriatico e lo Ionio si fondono a Santa Maria di Leuca. Tra le più belle insenature, quella di Porto Badisco, che si dirige verso l’interno per circa 400 metri, ed anche la nota città Castro, molto panoramica. Verso la parte occidentale da Santa Maria di Leuca, con il suo faro e bellissime ville in stile Liberty, si arriva ben presto in uno dei più bei tratti di spiaggia sabbiosa in Italia: a circa sei chilometri che corre lungo Marina di Salve, passando per Marina di Pescoluse e fino a Torre Pali. Poco più avanti si trovano la sabbia bianca e le acque turchesi di Torre Mozza e Marina di Ugento.

Proseguendo verso nord per altri 15 km circa, si arriva presto alla spinosa Punto del Pizzo che dà il via allo spettacolare Golfo di Gallipoli, con spiagge di sabbia bianca e pinete.
La storica fortezza, per certi versi “isola”, della città di Gallipoli è un must da visitare. Troviamo qui anche Rivabella e le sue spiagge di sabbia dei Caraibi. Da questo punto in poi, fino a Taranto, piccoli tratti di basse si alternano alla costa rocciosa con lunghe distese sensuali di spiaggia di sabbia, comprese quelle a San Caterina di Nardò. Interessante anche la laguna di sabbia di fronte al mare di Porto Cesareo, delimitata da un proprio promontorio e il mare aperto per l’Isola dei Conigli, e i 20 o giù di lì chilometri di spiaggia continua lungo il tratto a sud della costa sottostante Manduria, tra Punta Prosciutto di Acqua Dolce. Dall’altra parte di Taranto, sulla costa pugliese si prosegue verso ovest lungo le coste settentrionali del Golfo di Taranto per circa 40 km, fino a quando, dopo la riserva naturale di Stornara e il suo tratto sinuoso, non-stop di sabbia, si arriva al confine con la Basilicata.

Se volete esser certi di godere sempre di un mare caldo ecco una mappa per scegliere le spiagge in base al vento!